Eterna Leggenda

Una mostra per commemorare il Grande Torino a settant’anni dalla tragedia di Superga. A seguire tre mesi di eventi attendono i torinesi e gli appassionati di calcio di tutto il mondo. Ogni secondo giovedì del mese un incontro con personaggi del calcio e della cultura granata e ad inizio mese ricambio dei reperti messi a disposizione del Museo del Grande Torino e la Leggenda Granata, per dare ai visitatori il motivo di ritornare a gustarsi nuove emozioni.

Leggi...

Eterna leggenda

Una mostra per commemorare il Grande Torino a settant’anni dalla tragedia di Superga. A seguire tre mesi di eventi attendono i torinesi e gli appassionati di calcio di tutto il mondo. Ogni secondo giovedì del mese un incontro con personaggi del calcio e della cultura granata e ad inizio mese ricambio dei reperti messi a disposizione del Museo del Grande Torino e la Leggenda Granata, per dare ai visitatori il motivo di ritornare a gustarsi nuove emozioni.   [wbcr_snippet id=”1551″ title=”Prova”]  

Leggi...

ETERNA LEGGENDA

Una mostra per commemorare il Grande Torino a settant’anni dalla tragedia di Superga. il Grande Torino, scomparso il 4 maggio 1949, di ritorno da una partita amichevole a Lisbona, contro il Benfica di Francisco Ferreira, in cui incarnava il ruolo di ambasciatore del calcio italiano nel mondo, ha rappresentato al contempo la miglior sintesi sportiva nazionale di quegli anni e l’orgoglio di Patria per un popolo che usciva a pezzi da vent’anni di dittatura e da una lunga e sanguinosa guerra conclusa con una sconfitta. Inaugurazione venerdì 1 marzo h:…

Leggi...

MAZZOLA 100

“…Difficile dire cosa sarebbe diventato Mazzola se avesse vissuto un’altra epoca calcistica. Idolo delle folle lo era già allora, punto di riferimento di un’intera squadra anche, campione universalmente riconosciuto e rispettato pure. Allo stesso modo grazie ai premi che guadagnava era il giocatore più pagato del Toro. Forse avrebbe fatto da calamita agli sponsor ma la indole riservata magari non gli avrebbe permesso gli eccessi e le esagerazione dell’odierno mondo del pallone e non gli avrebbe consentito di diventare un personaggio, inteso nell’accezione più negativa del termine”. Fonte: Tutti gli…

Leggi...

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ALDO E DINO BALLARIN”

Giovedì 15 novembre 2018 alle ore 21 il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata ospiterà la presentazione del libro “Aldo e Dino Ballarin – Dall’infanzia al Grande Torino” di Barbara Mastella, per Daniela Piazza Editore Snc. La presentazione sarà condotta da Dino Ramella ed accompagnata da letture di brani del libro da parte di Francesca Resch. Interverranno inoltre Roberto “Faina” Salvadori e saranno presenti alcuni giocatori del Torino A.C. scudetto 1975/76 e altri campioni granata del passato.  

Leggi...

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ALDO E DINO BALLARIN”

Il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata,  Giovedì 15 novembre 2018 alle ore 21 , ospiterà la presentazione del libro “Aldo e Dino Ballarin – Dall’infanzia al Grande Torino” di Barbara Mastella, per Daniela Piazza Editore Snc. L’autrice è originaria di Chioggia ed il padre era grande amico del fratello dei due Immortali, così che si è appassionata alla loro vicenda a tal punto da voler scrivere quest’opera che è unica nel suo genere perché racconta la storia, finora ignota, dei due campioni dalla nascita fino all’approdo alla…

Leggi...

MOSTRA: GIANCARLO ANTOGNONI “IL GIGLIO NEL CUORE”

Giancarlo Antognoni è nato in provincia di Perugia, campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1982,  centrocampista (uno dei famosi numeri “10” della storia del calcio italiano), bandiera e capitano della Fiorentina, con la quale ha vinto la Coppa Italia 1974/75 con i viola ha giocato l’intera sua carriera professionistica, dal 1972 al 1987 con 341 presenze in serie A (record per un calciatore del capoluogo toscano) e 61 reti, salvo chiudere in Svizzera, dal 1987 al 1989, nel Losanna. Un altro primato “fiorentino” sono le 73 presenze in azzurro…

Leggi...

LA CHAPECOENSE AL MUSEO

In occasione dell’amichevole tra il Torino e la Chapecoense una delegazione della società brasiliana visiterà il Museo lunedì 1 agosto alle ore 16,30. Su richiesta della Chape, la visita avverrà in forma strettamente privata, perciò non saremo aperti al pubblico ma non mancheremo di divulgare foto e/o video dell’avvenimento. Alla visita al Museo parteciperà una delegazione della società brasiliana, con a capo il presidente Plínio David De Nes Filho ed il superstite della tragedia Jakson Follmann, che verrà accolta dal presidente Domenico Beccaria e dal direttore Giampaolo Muliari, lieti ed…

Leggi...