Il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata comunica che in occasione della 73esima ricorrenza della tragedia di Superga mercoledì 4 maggio sarà eccezionalmenteaperto dalle ore 10 alle 14, con ultimo ingresso alle ore 12.

Si ricorda che sarà in corso la mostra “Museo 20. Vent’anni di noi, vent’anni di Museo del Toro” che verrà inaugurata martedì 3 maggio alle ore 21. Parteciperannoall’evento Roberto Montà, sindaco di Grugliasco, il dottor Marcello Mazzù, ex sindaco di Grugliasco che accolse a Villa Claretta nel 2002 il Museo del Toro, Angelo Cereser, ex giocatore granata e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Filadelfia, e Amos Ferrini, figlio dell’indimenticato Giorgio. La mostra sarà visibile fino a domenica 17 luglio 2022 nella sala della Memoria. La sera dell’inaugurazione della mostra sarà anche presentata la nuova maglia storica del Museo, che diventerà la divisa dei volontari.

Si rammenta che in base alle vigenti indicazioni, in merito all’organizzazione degli eventi e nel rispetto del distanziamento interpersonale durante l’emergenza Covid-19, sarà a disposizione un numero limitato di posti per la serata e l’accesso è consentito indossando la mascherina FFP2. Le richieste per accedere ai locali museali dovranno essere effettuate mandando una mail entro 24 ore dalla visita per il pubblico a volontari@museodeltoro.it e per i giornalisti e per i foto-cine operatori a ufficiostampa@museodeltoro.it.

Il Museo del Toro si trova a villa Claretta Assandri in via G.B. La Salle 87 a Grugliasco, comune in provincia di Torino. Gli orari di apertura sono il sabato dalle 14 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, con ultimo ingresso alle 17. Si effettuano solo visite guidate con prenotazione online. Per informazioni telefonare dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 dal lunedì al venerdì  al numero + 39 339 337. 04.26 oppure inviare una mail a: volontari@museodeltoro.it

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.